logo del sito

W3C

Al giorno d'oggi è importante che un sito Web, sia compatibile con gli standard del Consorzio Internazionale W3C.

HTML

Tutte le pagine dei siti web sono scritte in HTML, linguaggio che viene letto ed elaborato dal browser, il quale genera la pagina che viene visualizzata sullo schermo del nostro computer.

CSS

Con il termine CSS (dall'inglese Cascading Style Sheets) vengono semplicemente definiti appunto i "fogli di stile a cascata", usati per separare all'interno delle pagine di un sito, i contenuti dalla formattazione, permettendo una programmazione più facile per gli autori delle pagine HTML.

Differenze sostanziali tra Html e Xhtml

In teoria le differenze fra i due linguaggi non sono tante. La differenza più importante riguarda sopratutto la sintassi, nel senso che tutti i tag devono essere well formed cioè letteralmente ben strutturati in modo da consentire di avere documemti validi e ben formati. Quello che è importante capire è che prima Html (se possiamo usare questo termine) era più di "manica larga" con la sintassi, adesso con Xhtml siamo vincolati a regole ben definite, che sono:

1- Gli elementi devono essere correttamente annidati

                         HTML                          XHTML

<b><i>esempio sbagliato</b></i>

<b><i>esempio corretto</i></b>

Il primo esempio non è corretto infatti il tag <i> si sovrappone a <b> creando un annidamento sbagliato. Il primo esempio è consentito in Html. Certo, il browser interpreterà qualcosa che non è chiaro, ma alla fine ci darà il testo che volevamo cioè un grassetto-corsivo. Il secondo esempio denota invece un corretto annidamento degli elementi, questo perchè in Xhtml non possono sorgere ambiguità e tutto segue una regola.


2- Elementi e attributi devono essere in minuscolo

                         HTML                          XHTML

    <TABLE><TR><TD>esempio    sbagliato</TD></TR></TABLE>

    <table><tr><td>esempio    corretto</td></tr></table>

Notoriamente Xml è un linguaggio case sensitive cioè sensibile alle maiuscole. Significa che due parole uguali possono essere considerate differenti anche se apparentemente sembrano indicare la stessa cosa. Ad esempio ZUCCHERO è il nome d'arte del noto cantante Adelmo Fornaciari ed è diverso dallo zucchero che è un dolcificante. In informatica questo discorso è particolarmente importante, in quanto un calcolatore elettronico può identificare in modo differente lettere maiuscole e minuscole. È' il caso degli esempi sopra: <TABLE> e <table> sono due cose diverse.


3- Gli elementi non vuoti devono essere chiusi

                         HTML                          XHTML

      <p>esempio tollerato

    <p>esempio corretto</p>

In Html si può anche omettere di inserire il tag di chiusura. Viene tollerato. In Xhtml assolutamente no. Ogni elemento non vuoto deve avere sia un tag di apertura che uno di chiusura. <p> e </p>.


4- Usare le virgolette per i valori degli attributi

                         HTML                          XHTML

  <img src=esempio tollerato.gif>

  <img src="esempio corretto".gif>

Anche per il primo esempio in Html viene tollerato il fatto di non inserire le virgolette, in Xhtml no.


5- Ogni attributo deve avere un valore

                         HTML                          XHTML

<option
selected>esempio errato</option>

    <option
    selected="selected">esempio    corretto</option>

Alcuni attributi di Html non hanno un valore , si dice infatti che sono standalone. È' il caso dell'attributo selected usato per identificare l'opzione di un menu a tendina selezionata quando si apre un documento. In Xhtml invece questi attributi devono essere sempre evidenziati.


6- Gli elementi vuoti devono terminare con />

                         HTML                          XHTML

<br>
<img src="esempio errato.jpg">

<br/>
 img src="esempio corretto.jpg/>

In XML non è permesso che una marcatura sia aperta ma non chiusa, questo si ripercuote su XHTML. In caso di elementi come <br>, <hr>, <img>, <meta>, il validatore ci restituirebbe un errore se questi non vengono chiusi. Questi sono elementi vuoti, cioè che non possono contenere nulla al loro interno ma solo ricevere attributi. Chiudere una marcatura vuol dire inserire un carattere / (slash) prima della sua chiusura. Inoltre per evitare problemi d’interpretazione da parte di alcuni browser il W3C raccomanda di inserire uno spazio vuoto prima dello /.


7- Usare l'attibuto id e name per gli elementi

                         HTML                          XHTML

    <a name="testo di prova">

        <a id="testo di prova">
     Però per i browser usiamo:
    <a id="testo" name="testo">

In XHTML l’identificazione univoca di un elemento, non avviene più con l’attributo name ma bensì con l’attributo id, questo per seguire gli standard di Xml. In realtà qui il cambiamento con Html è notevole, perchè per elementi come <img> o <a> l'attributo di identificazione è proprio name. Il passaggio a id non pone problemi nei browser più recenti, ma con altri, tipo Netscape 4 per esempio non funziona. In questo caso, un ritorno all'antico è assolutamente necessario e la stessa specifica Xhtml 1.0 suggerisce di usare entrambi gli attributi, anche se ciò è contro le regole. Questo punto non compromette la validazione del documento ma è molto importante per aderire agli standard futuri del W3C.

^ Inizio pagina

Ricerca personalizzata


Lezione successiva successiva

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

Indice