logo del sito

W3C

Al giorno d'oggi è importante che un sito Web, sia compatibile con gli standard del Consorzio Internazionale W3C.

HTML

Tutte le pagine dei siti web sono scritte in HTML, linguaggio che viene letto ed elaborato dal browser, il quale genera la pagina che viene visualizzata sullo schermo del nostro computer.

CSS

Con il termine CSS (dall'inglese Cascading Style Sheets) vengono semplicemente definiti appunto i "fogli di stile a cascata", usati per separare all'interno delle pagine di un sito, i contenuti dalla formattazione, permettendo una programmazione più facile per gli autori delle pagine HTML.

Regole da rispettare

Quando si crea un documento Xhtml, si devono per forza di cose rispettare delle regole di base, che lo rendono conforme con gli standard del W3C, come evidenziato al punto 3.1.1 della specifica, dal titolo: DOCUMENTI STRETTAMENTE CONFORMI.

La mancata inosservanza di questi obblighi determina l'invalidazione del documento che non può essere definito Xhtml, invece è considerato valido se usa correttamente solo elementi specifici e consentiti, cioè usa regole stabilite nelle tre DTD del W3C. Cosa vuol dire ben formato? Che deve rispettare le regole della sintassi XML, cioè tutti gli elementi al suo interno devono essere perfettamente annidati, tutti i tag devono essere chiusi e deve avere un elemento radice, cioè un elemento principale che deve contenere al suo interno tutti gli altri: per es. in un documento Xhtml l'elemento radice deve essere <html> mentre nell'es. qui sotto l'elemento radice è <sito web>.

    AndMar
<sito web>
  <ideatore>
    <nome>Angelo</nome>
    <cognome>Carboni</cognome>
  </ideatore>
</sito web>

L'elemento radice deve contenere una dichiarazione di un namespace XML, letteralmente spazio dei nomi, evidenziato con l'attributo xmlns. Perchè questo? Dopo che l'Html ebbe preso piede, diverse aziende aggiunsero nuovi elementi ed attributi a questo linguaggio causando solo caos a causa delle differenti versioni di HTML non compatibili fra di loro. L'XML (la X sta per Estensibile) permette ad ognuno di utilizzare elementi da linguaggi differenti, ma per far conoscere ad un browser o ad un altro user agent, a quale linguaggio appartiene quell'elemento, devi dirglielo. La dichiarazione del namaspace fà proprio questo. Il namespace che si deve usare è questo:"http://www.w3c.org/1999/xhtml".

In un documento Xhtml prima dell'elemento radice bisogna inserire la dichiarazione DOCTYPE e all'interno di questa una delle tre DTD di riferimento e l'URL cioè l'indirizzo della stessa. Questa dichiarazione contiene informazioni circa la sintassi del markup e definisce quali elementi ed attributi si devono usare nel codice, oltre a quali regole utilizzare.

^ Inizio pagina

Ricerca personalizzata


Lezione successiva successiva

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

Indice